Birra contadina® non è solo il nostro marchio di fabbrica, o un marchio di qualità genuina, ma una scelta di vita, una consapevolezza etica, una filosofia produttiva. Un’opportunità, da vivere al costo della consapevolezza di limitazioni. In primo luogo la birra contadina a filiera interamente aziendale non può prescindere dalla variabilità della produzione. Ogni campo di cereale, ogni annata agraria, ogni ciclo di maltazione e ciascuna cotta presentano delle peculiarità che portano ad una costante variabilità del prodotto. Variabilità non tipica di molte produzioni artigianali, che si avvantaggiano dell’uso di materie prime di origine industriale, come i malti, o luppoli provenienti da diversi parti del globo, quindi acquistabili sempre ad immagine e somiglianza di quanto richiesto in ricetta.

Produrre Birra contadina® significa avere la consapevolezza di non poter produrre tutte le birre che si vorrebbe, o che i consumatori desiderano: il frutto dei nostri campi è l’unica risorsa da cui partire, con uno spettro di potenzialità ampio, ma non enorme, che trova una vasta gamma di possibilità di trasformazioni, pur sempre con le limitazioni tecnologiche che un impianto artigianale impone. Una scelta che paga con la garanzia del controllo completo e costante su ogni passaggio della produzione, dal campo alla bottiglia, senza intermediari e senza passaggi intermedi. Una scelta che fa sì che il primo “operaio” delle nostre produzioni sia la natura.

Un aspetto importante a completare la filosofia della nostra Birra contadina® è anche legato alla scelta imprenditoriale di investire in tecnologia tutta italiana. Ogni impianto, tutte le attrezzature, dalla seminatrice, ai silos di stoccaggio dell’orzo, dalla malteria, ai fermentatori, all’imbottigliatrice, nonché le bottiglie e le etichette sono realizzate e prodotte in Italia. Una scelta non scontata, seppur costosa, ma che entra a far parte del concetto di qualità di Birra contadina®, del suo legame di fiducia con le persone e del radicamento con il territorio.

Le referenze:

Sloira