Birra: Sanpa

Tipologia: Ale bionda tipo saison

Colore: giallo paglierino intenso

ABV: 5,0 %

Grado Plato originale: 12.5° Plato

Anno raccolto delle materie prime: 2018

Malti impiegati:  Pilsner da Orzo distico varietà Tazio e Bastille, Frumento tenero non maltato, Segale non maltata

Luppoli impiegati: Hallertau hersbrucker, Magnum e Chinook in cono

Metodo di coltivazione: agricoltura biologica

Lievito impiegato: feccia di recupero da pre-moltiplicazione in mosto di malto d’orzo

Data di maltazione:

Data di brassatura:

Data di inizio fermentazione:

Data di imbottigliamento:

Fermentazione: Bassa

T° servizio: 8°

Bicchiere consigliato: boccale tedesco o tulipano

Caratteristiche organolettiche: Lager ambrata, in bocca e al naso presenta dei chiari sentori di malto caramellato e torrefatto, sensazioni di biscotto e cereale cotto accompagnano la bevuta, che si chiude con un amaro finale piacevole che la rende facile da bere, nonostante la gradazione leggermente superiore. Carbonatazione naturale, delicata, fine ed evanescente.

Abbinamenti consigliati:  si sposa perfettamente con piatti ricchi, come una costata con un filo d’olio d’oliva e una macinata di pepe nero, un trancio di salmone spruzzato con succo di limone o un piatto di salsicce; abbinamenti vegetariani eccellenti sono una mesticanza con lattughino, spinaci, cicoria e cerfoglio, magari arricchita con cipolla e fette di avocado, oppure un primo piatto di cereali speziato con verdurine a seguito.

Etimologia del marchio: Il nome significa semplicemente “zappa”, lo strumento più comune del lavoro contadino, con cui si affina la terra e si eradicano le infestanti. Ad accompagnare il lavoro dell’uomo, il volo dei piccioni: sempre appostati nei pressi delle cascine, colgono l’occasione del terreno appena smosso dall’uomo per scovare piccoli insetti e lombrichi con cui nutrirsi. .

Caratteristiche dell’etichetta: Le  bottiglie sono “vestite” con un’etichetta ecologica, realizzata con carta riciclata, aggiunta di scarti d’orzo che sostituiscono fino al 15% della cellulosa proveniente da albero, impiegando 100% energia verde (idroelettrico).